Università degli Studi di Parma: dal 25 febbraio tornano i “Mercoledì del Diritto”

parma Comunicato Stampa dell’Università degli Studi di Parma.

Tre nuovi appuntamenti, a partire dal 25 febbraio, per “I Mercoledì del Diritto”, ciclo d’incontri su temi giuridici organizzato dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Parma.

Volendo dar seguito agli incontri dell’autunno 2014, che hanno fatto registrare favore e interesse tanto nella cittadinanza quanto negli studenti e negli operatori del settore, il Dipartimento di Giurisprudenza ha pensato a una nuova tranche, che si svolgerà nel primo semestre 2015: il 25 febbraio, il 18 marzo e il 15 aprile le date dei tre appuntamenti previsti, che si terranno come di consueto nell’Aula dei Filosofi dell’Ateneo (via Università, 12) alle ore 17.

Si tratta di un’iniziativa culturale di ampio respiro, a cadenza regolare, che coinvolge docenti e studenti dell’Ateneo, operatori del diritto ma anche un pubblico più vasto, dai docenti e studenti delle scuole superiori a tutti gli interessati, in un dialogo volto a rinsaldare il legame fecondo e plurisecolare della città di Parma con la sua Università.

“I Mercoledì del Diritto” hanno ad oggetto sia temi di attualità, come norme recentemente promulgate o casi giudiziari, sia temi prettamente culturali ma comunque attinenti al Diritto, e che presentino profili di interesse non soltanto per un uditorio di specialisti.

Relatori sono docenti, ricercatori e assegnisti del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Parma, ma anche giuristi e docenti di altri atenei.

Il primo appuntamentodi questo nuovo ciclo è in programma per il 25 febbraio, quando Enrico Gragnoli, docente di Diritto del lavoro all’Università di Parma, interverrà su “L’orazione ‘Contro Eratostene’ di Lisia riletta (e in parte tradotta) da un avvocato moderno”. Il 18 marzo sarà invece la volta del critico cinematografico e saggista Roberto Curti e di Nicola Bassi, docente di Diritto amministrativo all’Università di Parma, che parleranno di “Il nulla osta cinematografico, ovvero del controllo amministrativo sulla libertà di espressione: scelte legislative e prassi applicative”. Nell’occasione saranno presentati i libri di Roberto Curti e Alessio Di Rocco “Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (1947-1968)”, Lindau 2014, e “Visioni proibite. I film vietati dalla censura italiana (dal 1969 a oggi)”, Lindau 2014. Il ciclo si chiuderà il 15 aprile con l’incontro “Sulla riforma della filiazione e della parentela”; relatore sarà Giovanni Francesco Basini, Vice Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza e docente di Istituzioni di Diritto privato all’Università di Parma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...