E’ ancora Festa Multiculturale: dal 5 al 7 luglio a Collecchio (PR)

Comunicato stampa Festa Multiculturale.

Dopo un primo fine settimana da diecimila presenze, la Festa Multiculturale si prepara a fare il bis. Ancora tre giorni, da venerdì 5 a domenica 7 luglio, per tornare a viaggiare fra quattro continenti alla scoperta delle culture più diverse attraverso la musica, il cibo e le storie. Al Parco Nevicati di Collecchio (PR) ci aspettano trentatré comunità migranti, gli stand delle associazioni e le bancarelle di trentasette espositori con prodotti artigianali unici.

Un’occasione da non perdere per toccare con mano il volto felice dell’integrazione e scoprire che l’incontro fra le differenze può essere gioioso e pacifico. Il viaggio inizia dal cibo perché in cucina, ai pentoloni ci sono persone da ogni dove. I menu tipici che si possono gustare questa settimana sono tanti. Venerdì: Africa Centrale, Eritrea, Palestina, Repubblica Domenicana; sabato: Tunisia, Nepal, Colombia, Filippine, Sudan; domenica: Marocco, Sri Lanka, Ghana, Costa D’avorio, Albania. Per chi non vuole allontanarsi troppo dai sapori consueti, ogni sera ci sono i tortelli e il kebab cucinato dalla comunità Kurda.

Il programma culturale è davvero ricco, fra concerti, dibattiti, presentazioni di libri, mostre, spettacoli, danze tradizionali e laboratori. Per non perdersi nulla, sul sito della Festa www.multiculturale.org è possibile consultare il programma completo. Fra le tante, segnaliamo alcune iniziative. Venerdì alle 22.30, nello spazio Pedana, arte e musica si incontrano: il concerto dei Musicanti di Grema sarà accompagnato dalla proiezione artistica live painting dei giovani di CollArte. Sempre alle 22.30, allo Spazio Incontri c’è “Prometto che ritorno”, la testimonianza di un infermiere volontario che racconta la sua esperienza con Emergency in Africa e Afghanistan.

Sabato alle 21.30 non va perso l’incontro “Contro lo sfruttamento, per un lavoro liberato” dove le lotte dei migranti italiani offrono spunto a Marco Omizzolo. Il sociologo, impegnato nella lotta contro il caporalato e nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica, combatte da anni lo sfruttamento dei braccianti Sikh nell’Agro Pontino. Allo Spazio incontri.
Sempre sabato, alle 22 allo spazio Pedana si esibirà Etnocittà, il trio musicale che ha colto la sfida di realizzare la vera world music, musica che può essere ascoltata in qualsiasi parte del mondo.

Infine, alcuni spunti per domenica 7 luglio. Alle 21.30, al Palchetto, “Studenti oltre i confini, ponti fra culture” ci offre un confronto fra esperienze di scambi di studio tra l’Università di Parma e di Rabat. Alle 21.30 e alle 23, negli spazi del parco, doppia replica per la performance teatrale Trasform-azione, a cura dei giovanissimi coinvolti nel progetto Melting Pot.

A chiudere la Festa, alle 22, le danze nigeriane, alla Pedana musica. A Collecchio anche i bimbi trascorreranno serate divertenti; per loro oltre agli spettacoli, sul prato c’è una vera ludoteca con i giochi di una volta. Chi ha voglia di sperimentarsi, invece, può iscriversi al laboratorio fotografico “Il racconto del reale”. Basta avere dagli 8 ai 13 anni e mandare una e-mail a ilariaghidini@gmail.com. La Festa è organizzata da Forum Solidarietà, Ciac Onlus, Centro Interculturale di Parma e provincia con più di cento organizzazioni del territorio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...