Redazione

Fondatore e coordinatore:

Andrea Merusi

Copia%20di%20MeruNato a Parma nel maggio 1984, ha conseguito nel 2009 la laurea specialistica in Ecologia (Scienze Biologiche) con votazione 110 e lode. Precedentemente, nel 2007, ha conseguito la laurea triennale in Biotecnologie. Entrambe presso l’Università degli Studi di Parma.

Nel 2011 ha ottenuto il master di specializzazione in “Esperto Ambientale” e attualmente lavora nel campo dello sviluppo sostenibile aziendale seguendo la certificazione UN EN ISO 14001:2004 e le tematiche di sicurezza sul lavoro.

Dal dicembre 2014 è membro dell’Associazione Italiana Esperti Ambientali (ASS.IEA).

Appassionato di scrittura, nel 2009 ha partecipato al corso di giornalismo ambientale “Laura Conti”, organizzato da Legambiente e dal mensile “La Nuova Ecologia”.

Gestisce un blog personale (www.andreamerusi.com) e ha scritto numerosi articoli di divulgazione scientifica e turismo responsabile per diversi giornale on-line (“ViaggiVerdi”, “Greenreport.it”, “Infopo.it”, “Il Punto Magazine”, “il Melograno”).

Nel dicembre 2013 ha deciso di fondare un nuovo portale di informazione ambientale e culturale: “il Taccuino di Darwin”.

Blog personale: http://www.andreamerusi.com

Collaborazioni:

Irene Binini

ireneDottoranda alla Scuola Normale Superiore di Pisa è laureata in Filosofia e ha studiato presso l’Università degli Studi di Parma, presso il Boston College, presso l’Università di Cambridge e in Nuova Zelanda all’Università di Auckland.

E’ tra le fondatrici del blog Emilia Filosofica (www.emiliafilosofica.wordpress.com).

 

 

 

————————–

Anna Kauber e progetto Articoltura

annaarticolturaPaesaggista e Documentarista. Ha conseguito il Master Internazione Paesaggi Straordinari paesaggio arte e architettura del Politecnico e Naba di Milano.
Architetto d’interni e progettista di giardini e spazi verdi. Scrive articoli sulla rivista di arte e storia del giardino Rosanova. E’ iscritta alla Royal Horticultural Society. Organizza eventi ed è ideatrice del progetto Articoltura.

Articoltura: Il progetto ha come finalità la salvaguardia del paesaggio italiano in modo da assicurare alle generazioni future una qualità di vita migliore. Attraverso la trasmissione di memorie, conoscenze e valori fondativi che la cultura contadina ha saputo esprimere, si vuole tutelare il senso di identità e appartenenza ai luoghi e all’ambiente umano che ci circonda; e non ultimo garantire a tanti la possibilità di un lavoro serio, gratificante e pieno di antica dignità.

————————–

Caterina Bonetti

cateAnnata 1984, un dottorato in Italianistica e una precoce passione per i blog e i social network.

Settecentista, fotografa per passione e femminista per vocazione, credo nel valore della ricerca e nell’importanza dell’impegno politico. Quanto a idealità non mi faccio mancare nulla. Collaboro con la webzine Softrevolution dalla sua fondazione e mi occupo di libri sulla rivista on line Saltinaria. Dormo poco, leggo molto, parlo troppo.

 

 

————————–

Daniele Di Domenico e Studio Kairos

DANIELE_FOTOTESSERA-480x480 logo_desktopAbruzzese di nascita, vive e lavora a Parma. Laureato in Conservazione della Natura, dal 2007 collabora con il CIDIEP per il coordinamento di progetti di educazione e comunicazione ambientale.
Ha collaborato per l’attività didattica con l’Università degli Studi di Parma ed è responsabile delle produzioni video e multimediali di Studio Kairòs, che si occupa di comunicazione ambientale e naturalistica.
Regista di documentari e cortometraggi, ha realizzato diverse produzioni su tematiche ambientali che interessano il territorio padano e negli ultimi due anni ha partecipato alla realizzazione di alcune produzioni per “Geo&Geo” Rai 3.

Studio Kairòs ha il suo modo di fare impresa. Tanti professionisti affiatati, ognuno con la sua specializzazione e il suo talento. Non ci piace improvvisare: i buoni a tutto sono buoni a nulla. A ciascuno il suo, secondo competenza. Ci occupiamo di video, web e grafica. Sviluppiamo e realizziamo progetti per comunicare contenuti in modo innovativo. Ci piacciono gli impegni complessi, sui quali lavorare in staff curando ogni particolare.

————————–

Francesco Camattini

camattiniFrancesco Camattini odia parlare di sè stesso in terza persona ma non vede alternative: fin da piccolo ha avuto paura del buio e ancora oggi per dormire tranquillo è costretto a lasciare una luce accesa e il gatto nel corridoio.
Insegna diritto ed economia alle scuole superiori e ha esordito come cantautore nel ‘98 con la pubblicazione del cd Le nove stagioni; del 2003 è il cd Ormeggi (dedicato alla ri-narrazione del mito in forma di canzone) frutto di una ricerca musicale e letteraria disordinata e creativa.
E’ stato più volte – mai quante avrebbe voluto – ospite di emittenti radiofoniche nazionali ed internazionali (tra le altre Radio Rai 1,2, 3 e Radio Rai International che ha dedicato diverse puntate al suo lavoro. Ha ricevuto numerosi premi (mai quelli che avrebbe voluto!) e i suoi dischi sono stati recensiti un pò da tutte le riviste del settore: con tiepido entusiasmo a volte, con scarsa convinzione altre; altre ancora acutamente e… dopo aver ascoltato davvero il disco!
Oggi la sua musica è distribuita da Egeadistribution ed edita da Radar.
Ha “prestato” la voce alle caustiche canzoni di Boris Vian all’interno delle iniziative realizzate dalla Fondazione Teatro Due di Parma in collaborazione con Fond’Action Boris Vian di Parigi, in occasione del cinquantesimo della morte dell’artista (1959-2009).
Ha da poco ultimato l’Opera PoPolare Interinale: recital musicale completamente dedicato al precariato e alla crisi della postmodernità che verrà messa in scena a partire dalla primavera del 2011.
Dalla sua attività di cantautore ricava circa 1084,57 euri lordi/anno; ne spende circa dieci volte tanto per ogni cd.
Nell’ultimo EP Crazy Crisi (2010) hanno collaborato Antonio Marangolo (arrangiatore di V. Capossela e P. Conte), Niccolò Bossini (il più giovane chitarrista di L. Ligabue) ed il talentoso jazzista Alessandro Sgobbio. Lorenzo Micheli e Alberto Miodini (pianista del Trio di Parma, formazione cameristica di fama internazionale) hanno invece contribuito alla realizzazione di Fine della Storia (2007) distribuito da Egea ed edito da Radar.

————————–

Gabriella Gozzo e il blog Stay Sustainable

g.gozzo

Sostenibilità, talvolta termine spesso usato e abusato raccoglie in se numerose attività e definizioni.

Sono molte le volte in cui abbiamo sentito parlare di Sostenibilità.

La Sostenibilità è un termine 2.0, nato dalla necessità di dare un’alternativa alle maggiori attività di interesse sociale che sempre più assumono un atteggiamento diverso nei confronti delle nuove attività che hanno a che fare con la creazione di canali più sicuri e più accessibili.

Io sono Gabriella Gozzo, nata e cresciuta in Sicilia, e sebbene la vita mi ha portato a vivere al momento in modo stabile a Torino, continuo ad essere siciliana; ma non mi spiace essere definita anche europea.

Laureata in Scienze Internazionali, mi sono appassionata alla sostenibilità per puro caso, mentre correggevo una tesi di chimica, ed è stato subito amore. Al momento sono volontaria del Servizio Civile Nazionale presso una Biblioteca, ma mi piacerebbe poter coltivare e sviluppare a 360 ° la mia passione per l’ambiente e la sostenibilità e spero di farlo grazie anche al Blog www.staysustainable.wordpress.com.

Accreditata alla FIMA mi piace confrontarmi con le persone e sono una sostenitrice del web.

MI diletto a leggere e scrivere su questo argomento anche nei più svariati settori… quindi scopriamo cosa c’è di sostenibile!

————————–

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...